Ciccio e Tore Pappalardi, la mamma: “Potrebbero essere stati uccisi”

Pubblicato il 26 febbraio 2012 17:14 | Ultimo aggiornamento: 26 febbraio 2012 17:37

BARI – Francesco e Salvatore Pappalardi ''potrebbero essere vittime di un omicidio''. Lo ipotizza la loro mamma, Rosa Carlucci, in un'intervista a 'Domenica 5' dopo che la procura di Bari, su richiesta della donna, ha riaperto il caso sulla tragica fine dei due bambini, di 13 e 11 anni.

I due ragazzini scomparvero il 5 giugno 2006: i loro cadaveri vennero trovati quattro anni fa, il 25 febbraio 2008, nella cisterna interrata di una casa padronale abbandonata, in una zona centrale della loro citta', Gravina in Puglia (Bari).

Dall'autopsia di Ciccio – spiega Carlucci – ''emerge un particolare che non mi convince: un arto era completamente distaccato dal resto del corpo e questo e' uno degli indizi per i quali abbiamo chiesto, se sara' necessaria, la riesumazione''. Su questa richiesta il procuratore di Bari, Antonio Laudati, e' stato chiaro: ''l'indagine – ha detto due giorni fa – si svolge sulla base di cose gia' fatte. Sono in corso delle verifiche. Tecnicamente non ci possono essere forme di riesumazione e non avrebbero senso''.

Nel pozzo-cisterna in cui furono trovati i cadaveri dei figli – argomenta Carlucci a sostegno dell'ipotesi di omicidio – c' era la scritta 'Papa'' che non e' opera di Ciccio e Tore ''ma fa pensare a tutt'altra cosa: oltre ad essere stati scaraventati (gli autori dell'azione, ndr) hanno osato anche fare altro li' sotto: per questo chiedo alla magistratura di indagare attentamente su questi ragazzi'' e di accertare eventuali ''complicita' di adulti''.

La nuova inchiesta sulla morte dei fratellini Pappalardi si occupa dell'ipotesi che i bambini siano caduti nella cisterna durante una cosiddetta ''prova di coraggio'' cui erano stati sottoposti da cinque ragazzi di qualche anno piu' grandi di loro. Oggi maggiorenni, i cinque sono comunque sottoposti a indagini preliminari da parte della Procura per i minorenni, che ha ricevuto dagli uffici della procura ordinaria parte del fascicolo.