Lei rischia uno stupro a Roma, il fidanzato la salva dal Cile grazie a Facebook e Skype

Pubblicato il 30 Gennaio 2011 13:43 | Ultimo aggiornamento: 30 Gennaio 2011 13:43

ROMA – Ha trovato un uomo nel suo letto d’albergo che la molestava e allora ha chiesto aiuto tramite il social-network Facebook al fidanzato, che però era dall’altra parte del mondo, in Cile. E lui, utilizzando Skype, ha avvertito la polizia italiana, che è intervenuta e ha fermato un uomo, di 30 anni, albanese, con le accuse di violenza sessuale e sequestro di persona.

E’ avvenuto la scorsa notte a una giovane cilena che aveva preso una stanza in un albergo di via Nazionale, a Roma. La donna quando si è svegliata e ha scoperto l’uomo, ha urlato costringendolo a fuggire.

Subito dopo, benchè in stato di choc, ha contattato su Facebook il fidanzato in Cile che è riuscito a mettersi in contatto tramite Skype con la Polizia Municipale di Roma che ha immediatamente girato la richiesta d’aiuto alla Sala Operativa della Questura. I poliziotti in pochi minuti hanno individuato l’uomo, D.A., che soggiornava in un locale dell’albergo, per il quale svolgeva lavori saltuari.