Salce, al cimitero non c’è la fossa per la suocera: il genero scava con la pala

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 ottobre 2018 12:43 | Ultimo aggiornamento: 16 ottobre 2018 12:43
Salce, al cimitero non c'è la fossa per la suocera: il genero scava con la pala

Salce, al cimitero non c’è la fossa per la suocera: il genero scava con la pala

BELLUNO – Quando la salma della suocera è arrivato al cimitero si sono accorti che mancava la fossa per seppellirla. Per questo Paolo Cumerlato si è rimboccato le maniche e ha afferrato la pala per scavarla da solo. E’ accaduto sabato pomeriggio al cimitero di Salce, in provincia di Belluno. 

Intorno alle 15 il corteo funebre è giunto al cimitero al seguito del feretro di Bruna Rossa, scomparsa a 79 anni. Ma al camposanto i familiari hanno fatto l’incresciosa scoperta: la buca non era pronta e non avrebbero potuto seppellire la cara estinta prima di lunedì, quando i dipendenti comunali sarebbero tornati al lavoro. Nessuno voleva assumersi la responsabilità di scavare nel punto in cui avrebbe dovuto esserci la buca.

L’idea di abbandonare la suocera nella chiesetta del cimitero, senza darle degna sepoltura, non è andata giù al genero, Paolo Cumerlato, che senza pensarci troppo, si è fatto dare una pala e ha cominciato a scavare. “Non potevo – racconta l’uomo – pensare di tornare a casa con mia moglie disperata senza dare degna sepoltura a sua mamma: mi sono preso io la responsabilità”.