Cinghiali nel Naviglio a Milano, escono dall’acqua e girano per la Darsena

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Ottobre 2020 11:33 | Ultimo aggiornamento: 8 Ottobre 2020 11:34
Cinghiali nel Naviglio a Milano, escono dall'acqua e girano per la Darsena

Cinghiali nel Naviglio a Milano, escono dall’acqua e girano per la Darsena (Foto Ansa)

Un branco di cinghiali a Milano, nel Naviglio. Due fermati mentre altri sono ancora in giro, forse si sono riallontanati dalla Darsena.

Un branco di sei cinghiali finiti nel Naviglio fuori città, ha seguito la corrente del canale è si è avventurato fino a Milano, arrivando in Darsena nel cuore della metropoli. Lo hanno comunicato i Vigili del fuoco.

Già segnalati già poco prima di mezzanotte a una decina di chilometri, nel comune agricolo di Gaggiano, ma giovedì mattina alcuni passanti li hanno notati in Darsena, dove sono usciti cominciando a girovagare.

Al loro inseguimento si sono messi i Vigili del fuoco, che ne hanno catturati due. Allertate le varie forze dell’ordine per collaborare alla ‘caccia’. I Vigili del fuoco hanno dovuto narcotizzare i due esemplari in attesa dei veterinari.

A Firenze cinghiali nell’ospedale

Nel complesso ospedaliero di Careggi a Firenze invece catturati mercoledì tre esemplari di cinghiale. Mercoledì mattina, alle 7, la polizia provinciale della Città metropolitana ha controllato le trappole installate sul territorio della cintura fiorentina, rilevando all’interno di quella piazzata dentro l’ospedale di Careggi la presenza dei tre animali.

Soltanto nel periodo estivo, spiega una nota, con questa trappola catturati una quindicina di esemplari. A seguito dell’emergenza Covid padiglioni ospedalieri sono stati adibiti al ricevimento dell’utenza che deve effettuare i tamponi con aumento esponenziale della presenza di persone: “Ciò – spiega il consigliere delegato Giacomo Cucini – comporta un aggravio dei rischi da interferenza con i cinghiali. Pertanto il comando di polizia metropolitana ha ulteriormente intensificato l’attività di controllo”.

Al momento gli operatori intervenuti segnalano la presenza nella zona di almeno altri quattro o cinque esemplari. E’ così necessario mantenere elevata l’attenzione da parte del comando provinciale per garantire l’incolumità dei cittadini. (Fonte Ansa).