Palleggia con un riccio, 14enne denunciato si difende: “Era già morto, solo uno scherzo tra noi amici” VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Giugno 2020 9:13 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2020 9:14
Palleggia con un riccio, 14enne denunciato si difende: "Era già morto, solo uno scherzo tra noi amici"

Palleggia con un riccio, 14enne denunciato si difende: “Era già morto, solo uno scherzo tra noi amici”

ROMA – “Il riccio era già morto, non l’ho ucciso io. Questo fa una bella differenza”. A parlare per difendersi dalle accuse è il 14enne di Ciriè, in provincia di Torino, denunciato dopo che era stato filmato a “palleggiare” con un riccio (poi trovato morto).

In sua difesa arriva anche il padre: “Non ho certo insegnato questo a mio figlio. Però bisogna dire le cose come stanno: il fatto è grave, ma mio figlio non ha ucciso quell’animale”.

Intervistato da Repubblica insieme al figlio, protagonista della vicenda, l’uomo ha affermato: “Gli insulti e le minacce che ci sono arrivati non ce li meritiamo”.

Riguardo al video su Instagram, il giovane sostiene di averlo filmato per prendere in giro un amico soprannominato “il Riccio” e di averlo passato ad un altro ragazzo. Successivamente sarebbe stato caricato sui profili social di altri componenti del gruppo prima di venire rimosso “quando mi ha chiamato mio padre infuriato chiedendomi che cosa avessi pubblicato”.

Sul palleggio col povero animale: “E’ stato stupido. Hanno detto che lo abbiamo messo sui binari per farlo schiacciare, non è vero. Lo abbiamo trovato lì. E comunque stiamo parlando sempre di un riccio morto”.

“Non mi immaginavo di creare tutto questo polverone – ha detto il ragazzo – mi spiace soprattutto per la mia famiglia: so di averli delusi. Se dovrò pagare per quel che ho fatto sono pronto a farlo. Però davvero non sono un mostro, ma solo un ragazzo che ha fatto una cosa stupida”. (fonte LA REPUBBLICA)