Ciro Campagna, il giovane volontario investito sulla A16 mentre spegneva un incendio, è morto

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 Settembre 2020 10:37 | Ultimo aggiornamento: 3 Settembre 2020 10:37
Ciro Campagna, il giovane volontario investito sulla A16 mentre spegneva un incendio, è morto

Ciro Campagna, il giovane volontario investito sulla A16 mentre spegneva un incendio, è morto (Foto archivio Ansa)

Ciro Campagna, il giovane volontario investito a sulla A16 tra Candela e Cerignola Ovest (Foggia) mentre spegneva un incendio, è morto

E’ morto Ciro Campagna, il volontario di 19 anni della Protezione Civile di Foggia che era stato investito sulla autostrada A16 tra Candela e Cerignola Ovest (Foggia) mentre stava spegnendo un incendio lo scorso 29 agosto. 

Il giovane era ricoverato al Policlinico Riuniti di Foggia in gravissime condizioni. La sera di mercoledì 2 settembre è morto: troppo gravi le ferite e le lesioni riportate nell’incidente.

L’iniziativa del sindaco di Foggia

In onore di Ciro questa mattina sarà allestita la camera ardente nell’aula consiliare del Comune. Lo ha annunciato il sindaco di Foggia, Franco Landella. 

“Ciro Campagna non è più tra noi”, ha scritto il sindaco su Facebook. “Nonostante la sua giovanissima età, era impegnato fattivamente in una associazione di Protezione Civile che svolge quotidianamente importanti funzioni sul territorio”.

Il cordoglio della Protezione Civile

Il Dipartimento della Protezione Civile esprime “il più sincero cordoglio” per la scomparsa del giovane Ciro Campagna, volontario dell’Associazione Era Ambiente di Foggia.

In un comunicato la Protezione Civile scrive che “Ciro era espressione dei valori fondanti del Sistema della Protezione Civile. Aveva scelto di dedicare tempo, impegno e professionalità alla tutela del territorio e alla salvaguardia della popolazione, animato da quello slancio per il bene comune che caratterizza tutte le componenti del Servizio Nazionale. La sua dedizione appare tristemente più evidente nel contesto operativo che lo ha visto vittima, a soli 19 anni, durante un intervento antincendio, a fianco dei vigili del fuoco. Un rogo sviluppatosi, per dolo o per colpa, a causa dell’uomo”.

Nel porgere le condoglianze ai familiari per la grave perdita, il Capo del Dipartimento, Angelo Borrelli, “rinnova la stima e la gratitudine per tutti i volontari, le forze e le organizzazioni che con dedizione operano ogni giorno nei molteplici ambiti di Protezione Civile”. (Fonti: Agi, Ansa)