Cison di Valmarino, tenta di sedare una rissa ma viene colpito e muore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Maggio 2019 11:55 | Ultimo aggiornamento: 31 Maggio 2019 12:51
Cison di Valmarino, picchiato mentre tenta di sedare una rissa: morto

Cison di Valmarino, tenta di sedare una rissa ma viene colpito e muore

TREVISO –  Ha tentato di sedare una rissa tra due fratelli a Cison di Valmarino, in provincia di Treviso, ma è stato colpito ed è morto. La vittima è Alessandro Sartor, un operaio di 46 anni, ucciso davanti a un bar proprio sulla strada che il 31 maggio ospiterà il passaggio del Giro d’Italia.

Secondo quanto si è appreso, Sartor era un collaboratore saltuario del locale dove è avvenuto il fatto, il bar ristorante Al Bacaro. La sera del 30 maggio nel locale si stava svolgendo una festa in occasione al passaggio del Giro d’Italia, quando poco dopo la mezzanotte è scattata una lite e la vittima è intervenuta, invitando le persone alla calma.

La furia dei due litiganti si è abbattuta su Sartor, che è stato spintonato, preso a calci e pugni ed è caduto battendo la testa e perdendo i sensi. L’uomo è stato soccorso e trasferito all’ospedale di Conegliano ma è morto poco dopo il suo arrivo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che, in queste ore, stanno interrogando i presenti per giungere ad una ricostruzione attendibile di quanto accaduto. L’ipotesi di reato è quella di omicidio preterintenzionale ma nessun provvedimento restrittivo è stato fino a questo momento assunto.