Civitavecchia. Incendiata l’auto del neo sindaco Pietro Tidei

Pubblicato il 22 Maggio 2012 12:50 | Ultimo aggiornamento: 22 Maggio 2012 16:37

VITERBO – Gli investigatori stanno esaminando un filmato dell’incendio che ha distrutto l’interno dell’auto del nuovo sindaco di Civitavecchia, il deputato Pd Pietro Tidei, avvenuto circa due ore dopo la sua vittoria al ballottaggio sul candidato del centrodestra, il primo cittadino uscente Gianni Moscherini. La scena e’ stata ripresa con il telefonino da un passante, lo stesso che ha dato l’allarme al 112, che lo ha poi consegnato ai militari intervenuti pochi minuti piu’ tardi.

Secondo quanto si e’ appreso, il passante ha visto del fumo nero uscire dall’abitacolo dal finestrino del lato guida, che era stato lasciato aperto pochi centimetri dall’amico di Tidei che aveva parcheggiato la strada su viale della Vittoria, a breve distanza dal comitato elettorale del centrosinistra. Dal filmato appare evidente che le fiamme si sono sviluppate dall’interno.

Cio’ farebbe pensare ad un’azione dolosa, dunque contro la persona di Tidei, mentre gli inquirenti escluderebbero per ora un malfunzionamento ed un cortocircuito perche’ la vettura era nuova. Ma accertamenti sono in corso per verificare le esatte cause del rogo.

L’uomo che ha realizzato il filmato non e’ il solo testimone dell’accaduto. C’e’ anche un altro passante che accortosi di quanto stava accadendo, ha consigliato al primo di allontanarsi per evitare il rischio di essere investito da un’eventuale esplosione. Entrambi, pero’, sono arrivati quando l’incendio era gia’ in atto. Entro oggi, infine, i carabinieri della Compagnia di Civitavecchia dovrebbero disporre dei primi risultati dei rilievi compiuti dai tecnici della scientifica.

Nel pomeriggio di martedì, alcune uova sono state lanciate contro la sede del comitato elettorale del neo eletto sindaco. A riferirlo sono gli stessi collaboratori del primo cittadino che si sono accorti dell’atto vandalico dopo essere tornati dalla pausa pranzo.     ”E’ incredibile che accadano ancora queste cose – ha raccontato uno di loro – continuano le strane coincidenze dopo quella dell’incendio all’auto di Tidei e del tentativo di trafugare alcuni documenti dal palazzo del municipio”. I comitati elettorali dei due candidati a sindaco di Civitavecchia, quello del Pd, Pietro Tidei, e quello del Pdl, Giovanni Moscherini, si trovano a pochi passi l’uno dall’altro all’interno di una galleria commerciale a pochi metri dal lungo mare di Civitavecchia. Il clima tra i due comitati si e’ acceso in particolare negli ultimi giorni a ridosso del ballottaggio. L’ultimo episodio risale a ieri quando alcuni membri dei due schieramenti hanno avuto un battibecco subito dopo la proclamazione di Tidei sindaco. ”Ero salita sul furgoncino per controllare alcune cose – racconta una ragazza – quando quelli li’ mi hanno circondata e bloccata senza possibilita’ di poter aprire la portiera ed uscire”.