Civitavecchia/ Un tassista romano manomette il tassametro e per una corsa pretende 146 euro. Non contento, mostra i genitali in segno di sfregio alle due turiste che protestano

Pubblicato il 16 Luglio 2009 17:50 | Ultimo aggiornamento: 16 Luglio 2009 19:41

Due giovani turiste del Kirghizistan ma residenti in Belgio, hanno denunciato un tassista romano per atti osceni, estorsione e truffa. È accaduto tutto a Civitavecchia: le due turiste, si accordano con il tassista A.T. di 32 anni per farsi accompagnare all’imbarco per una crociera per la somma di 90/100 euro: all’arrivo a Civitavecchia però, l’uomo manomette il tassametro e pretende 146 euro.

Le due donne impaurite per l’accaduto e per la reazione dell’uomo che nel frattempo le accompagna ad un bancomat per prelevare i soldi, decidono di riprendere la scena col telefonino: è in questo momento che A.T. tira fuori i genitali in segno di sfregio.

Le due ragazze partono per la crociera ma quando tornano, prima di imbarcarsi per un volo che le riporterà in Belgio, all’aeroporto di Fiumicino denunciano l’uomo alla polizia. Il tassista, oltre alla denuncia, rischia anche di perdere la licenza.