Classe, Ravenna/ Dimentica la figlia di sette anni sul treno. Riconsegnata alla madre alla fermata dopo dai carabinieri

Pubblicato il 19 agosto 2009 21:02 | Ultimo aggiornamento: 19 agosto 2009 21:17

trenoHa dimenticato la sua bambina di sette anni sul treno: è accaduto nel pomeriggio di martedì 18 agosto ad una madre. La donna è scesa alla stazione di Classe, in provincia di Ravenna, ed ha lasciato la figlia sul convoglio diretto a Rimini. Quando si è accorta dell’accaduto ha subito avvisato i carabinieri: dopo una telefonata al capotreno, la piccola è stata fatta scendere alla stazione di Cervia, sempre in provincia di Ravenna, e poco più tardi riconsegnata dai carabinieri alla madre.

La psicologa Gianna Schelotto spiega cosa possa essere accaduto nel momento di scendere dal treno alla madre: «È stato probabilmente un gesto compiuto automaticamente, sotto la pressione di fretta ed ansia. Spesso infatti, si compiono azioni in maniera automatica, quasi senza pensarci, aspettandosi che tutto accada di conseguenza». È probabile che la donna «immaginasse che la figlia la seguisse e tutto si stesse svolgendo regolarmente. Questo è un episodio che certamente colpisce ma che ha alla base una semplice tendenza all’automatismo delle azioni, tipico nella società attuale». Sulla base degli elementi noti infatti, precisa la psicologa, «possiamo solo dire che simili eventi possono accadere, e sarebbe arbitrario in questo caso ipotizzare motivazioni di altro genere alla base del gesto».