Emilia Romagna, presidente Azione Parkinson denuncia: “Niente cani nè disabili in hotel, dicono che disturbano”

Pubblicato il 12 Luglio 2011 14:06 | Ultimo aggiornamento: 12 Luglio 2011 14:21

ROMA – Il presidente dell’Azione Parkinson, Claudio Passalacqua, denuncia di aver ricevuto da alcuni albergatori della costiera romagnola,  nello specifico di Gabicce Mare, questa risposta alla richiesta di posti per disabili: “Niente cani nè disabili perché disturbano i clienti dell’hotel”.

La denuncia arriva durante il convegno al Cnel in cui si presentano gli esiti di una ricerca Censis/Fondazione Serono sull’assistenza alle persone disabili e alle famiglie, nello specifico su chi è colpito da sindrome di Down e sugli ammalati di Parkinson. “Come ogni anno, per le vacanze estive cerchiamo delle pensioni a basso prezzo per passare le vacanze estive e alcuni proprietari ci hanno detto che non accettano disabili e animali domestici” racconta Passalacqua.

“L’approvvigionamento dei farmaci e’ una lunga trafila, una corsa a tappe che somiglia a un gioco dell’oca – lamenta il presidente di Azione Parkinson – mentre nel resto d’Europa la consegna dei farmaci avviene a domicilio, in Italia c’e’ piu’ attenzione alla burocrazia che al paziente. Un altro aspetto critico e’ l’assistenza domiciliare, le persone non sempre hanno la possibilità di pagare una caregiver, quindi o mettiamo servizi domiciliari pubblici oppure diamo sgravi fiscali. Il miglioramento della qualità della vita è un diritto indiscutibile, non una concessione delle istituzioni”.