Claudio Pinti, chi è l’uomo di Ancona accusato per 200 rapporti non protetti nonostante l’Hiv

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 giugno 2018 15:49 | Ultimo aggiornamento: 14 giugno 2018 10:28
Claudio Pinti, ecco chi è l'uomo di Ancona che avrebbe infettato 200 donne con Hiv

Claudio Pinti, ecco chi è l’uomo di Ancona che avrebbe infettato 200 donne con Hiv

ANCONA – Si chiama Claudio Pinti il giovane arrestato ad Ancona perché accusato di aver avuto rapporti non protetti con almeno 200 donne negli ultimi nove anni. Nonostante avesse l’Hiv. La Polizia di Stato ha divulgato il nome e la foto del presunto untore per ovvie esigenze investigative e per il rilevante interesse pubblico che potrebbe riguardare eventuali altre vittime di reato. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] La Squadra Mobile di Ancona sta intanto cercando di contattare tutti coloro che abbiano eventualmente avuto rapporti sessuali con lui.

Pinti, autotrasportatore di 36 anni, è stato arrestato martedì 12 giugno dalla polizia di Ancona con l’accusa di lesioni gravissime per aver contagiato consapevolmente con il virus Hiv diverse partner occasionali oltre alla sua compagna. Da almeno 9 anni era consapevole di essere positivo all’Hiv.

Per via del suo lavoro, il giovane viaggiava in tutta Italia e potrebbe aver colpito ovunque. La polizia di Ancona lancerà un appello per individuare le potenziali vittime, contattate da lui anche attraverso chat e social network.

Una storia analoga è accaduta alcuni anni fa a Roma, dove Valentino Talluto è finito a processo per aver contagiato oltre trenta donne con rapporti non protetti, tacendo loro di essere sieropositivo.