Claudio Scajola, il gip: “Uso improprio della scorta”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Maggio 2014 8:40 | Ultimo aggiornamento: 11 Maggio 2014 9:44
Claudio Scajola

Claudio Scajola

ROMA – “Un uso improprio della scorta”. Secondo il gip di Reggio Calabria (come riporta il Secolo XIX), Olga Tarzia, riferendosi ad una telefonata avvenuta il 15 gennaio del 2014 tra Scajola e la sua segretaria, annota che “lo Scajola è nuovamente al telefono con Roberta Sacco: nel corso di questa conversazione emerge con maggiore spregiudicatezza l’uso improprio del personale di scorta, tanto che Claudio Scajola si spinge a dare disposizioni che la scorta si rechi in territorio estero senza gli “attrezzi”; al termine della telefonata, la Sacco informa il politico anche del contatto avuto precedentemente con Michele, un sovrintendente capo della polizia, in servizio presso l’Ispettorato Ps – Palazzo Viminale Sezione Operativa Interna”.

Il testo della conversazione tra Roberta Sacco (R) e Michele (M), il sovrintendente capo della polizia di Stato, in servizio presso l’Ispettorato PS – Palazzo Viminale Sezione Operativa Interna, secondo il giudice, non “necessita di particolari commenti”.

M =Pronto?
R =Ciao Michele, sono Roberta da Imperia, come stai?
M =Oh, sono contento, che piacere sentirti Roberta, ciao.
R =Ciao, che dici? M =Dimmi tutto.
R =Io, guarda, quando ti chiamo sai che ti devo rompere le scatole, eh!
M =(ride)
R =No, scherzo … mi chiede una cosa, se tu riesci, però in maniera riservata, senza alzar polvere …
M =Si.
R =… solo se si riesce … lui ha una targa di un’auto …
M =Si.
R =Che però è targata Montecarlo … tu riesci a sapere a chi è intestata?
M =Eeee, ci proviamo, eh!
R =Uh! Grazie.
M =E allora … adesso il problema è che non sono in ufficio, eh!
R =Ti richiamo?
M =No, no, devo solo trovare un punto di appoggio e trovare un pezzettino di carta … okay, ci ho un fazzolettino … non lo so se sarà fattibile, proviamo
R =Okay … si, infatti mi ha detto, senza sollevare polvere ma …
M =Solo l’intestatario? … solo l’intestatario dici?
R =Si, sapere a chi è intestata ed eventualmente sapere se è la prima immatricolazione … cioè, sapere se era di qualcuno prima o se è nuova!
M =Si, dimmi tutto.
R =Allora, Napoli …
N di Napoli …
M =Si.
R =… 672 …
M =Si.
R =… basta … e poi c’è MC, Montecarlo …
M =Ho capito.
R =… che però non so se fa parte della targa o basta N672 … questo, è targata MONTECARLO.
M =Si … che tipo di macchina è me lo dai?
R =È una Porsche Cayenne.
M =Ah, ho capito, non mi devi dire più niente!
R =Va bene (ride).
M =Si, ciao.
R =Ciao Michele.
M =Ti faccio sapere.
R =Grazie, sei un angelo.
M =Ciao. R =Ciao, ciao, ciao.