Clochard argentino chiede aiuto al Papa e riceve assegno da 200 euro

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 Ottobre 2013 12:27 | Ultimo aggiornamento: 27 Ottobre 2013 12:28

L'Angelus di Papa FrancescoVENEZIA – Ha raccontato la sua storia ai volontari della parrocchia e scritto al Papa, suo connazionale, un po’ in italiano un po’ in spagnolo, delle sue difficoltà di argentino senza fissa dimora in Italia e qualche giorno dopo ha ricevuto, dalle mani del parroco della Cita, a Marghera, un assegno di 200 euro, emesso formalmente dall’Elemosiniere del Vaticano.

Don Nandino Capovilla ha atteso il momento della cerimonia del suo ingresso nella parrocchia – come riporta il Gazzettino – per chiamare all’altare il parrocchiano e consegnarli l’assegno. L’uomo assieme ad un’altra cinquantina di senza dimora ogni domenica fa tappa nel patronato della parrocchia della Città per un caffelatte.

Circa quindici giorni fa, un analogo assegno per il medesimo importo era stato consegnato a una anziana di Marghera che aveva scritto a Papa Francesco di essere stata derubata del portafoglio con 54 euro che le erano stati prestati mentre in autobus andava all’ospedale dove era ricoverato il marito.