Cocaina nera, eroina gialla e Nps: le nuove droghe killer che devastano il cervello

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 marzo 2019 14:42 | Ultimo aggiornamento: 13 marzo 2019 14:44
Droghe killer in Italia sequestrate: cocaina nera, eroina gialla e Nps

Cocaina nera, eroina gialla e Nps: le nuove droghe killer che devastano il cervello

ROMA – Cocaina nera, eroina gialla e Nps sono le nuove droghe killer che devastano il cervello. Si tratta di sostanze sintetiche arrivate in europa e che hanno degli effetti distruttivi sulla salute umana. La Guarda di Finanza di Malpensa ha trovato le sostanze stupefacenti durante un controllo per una spedizione postale in arrivo dalla Spagna e l’ha sequestrata.

Marianna Di Piazza e Fabio Franchini sul quotidiano Il Giornale scrivono che si tratta di una nuova sostanza psicoattiva che fa parte della famiglia dei cannabinoidi sintetici, prodotti a partire dal Thc, il principio attivo della cannabis. Le droghe sintetiche sono particolarmente pericolose per la salute umana, come ha spiegato al Giornale il Capitano Carlo Alberto Zambito, Comandante del 1° nucleo operativo dello scalo lombardo:

“In questo ultimo periodo abbiamo sequestrato più di trenta chilogrammi di sostanze riconducibili alle cosiddette ‘nuove droghe’, commercializzate principalmente nel cosiddetto deep web”.

A preoccupare sono soprattutto la cocaina nera, l’eroina gialla e la Nps. Gabriella Roda, responsabile del laboratorio Chimica-Tossicologia del dipartimento di Scienze Farmaceutici dell’Università degli Studi di Milano, ha spiegato al Giornale:

“Queste droghe sono devastanti per la psiche. Si tratta di psicostimolanti che a dosi molto basse provocano veri e propri raptus di aggressività. Quando si legge di persone che si strappano la pelle a morsi, si lanciano inspiegabilmente nel vuoto dal balcone, o si massacrano con centinaia di coltellate, sono sicuramente sotto l’effetto di queste droghe devastanti […].

La difficoltà consiste proprio nel fatto che elaborano molecole sempre nuove. Il ‘gioco’ di queste associazioni criminali – che peraltro si servono di chimici con i controfiocchi – è proprio quello di togliere una molecola e aggiungerne un’altra per fare in modo di non rientrare nella Tabella delle sostanze stupefacenti e psicotrope. Negli ultimi anni, infatti, di Nps, ne sono state individuate più di duecento, con strutture sempre diverse e sempre più difficili da identificare”.

Fonte Il Giornale