Codacons: "L'Imu viola la Costituzione"

Pubblicato il 12 Giugno 2012 18:21 | Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2012 19:12

ROMA, 12 GIU – L'Imu e' una imposta ''illegittima, poiche' viola la Costituzione italiana'' all'articolo 47, costituendo cosi' ''un deterrente per l'accesso al risparmio popolare e lo impedisce del tutto per coloro che sono proprietari di beni immobili''. Lo afferma il Codacons, che contro l'imposta municipale unica ha notificato la settimana scorsa ricorso al Tar del Lazio.

In particolare, sostiene l'associazione, ''ravvediamo nelle disposizioni che introducono il nuovo balzello, una palese violazione dell'articolo 47 della Costituzione, laddove prevede che 'la Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l'esercizio del credito. Favorisce l'accesso del risparmio popolare alla proprieta' dell'abitazione, alla proprieta' diretta coltivatrice e al diretto e indiretto investimento azionario nei grandi complessi produttivi del Paese'''.

Una tutela del risparmio, sostiene ancora il Codacons, ''appare del tutto difficile laddove l'imposta va a ledere gli interessi dei pensionati e dei cittadini con un reddito medio e non va ad intaccare minimamente beni immobili posseduti dallo Stato, dalle Regioni, dalle Province, dai Comuni, dalle comunita' montane, ecc''. In favore dei cittadini alle prese con l'Imu, il Codacons ricorda, infine, di aver da un lato istituito un servizio telefonico che consente ai contribuenti di ottenere il calcolo dell'imposta da versare (892.007), dall'altro un 'Comitato nazionale vittime dell'Imu', al quale possono aderire – dice – i cittadini ''danneggiati dalla nuova imposta''.