Colico (Lecco), operaio ferito da stampo di 2 quintali: è grave

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Gennaio 2020 22:26 | Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2020 22:26
Ambulanza, Ansa

Un’ambulanza (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Un uomo di 54 anni è rimasto gravemente ferito in un incidente sul lavoro avvenuto oggi pomeriggio, mercoledì 15 gennaio, in un’azienda meccanica di Colico, centro della provincia di Lecco, a confine con quelle di Sondrio e Como. Il lavoratore si trovava nel reparto di attrezzeria dell’ azienda e stava spostando uno stampo di circa 200 chilogrammi per poi inviarlo alla produzione, quando per cause ora in corso d’accertamento, gli è caduto addosso, finendo sulla gamba destra, schiacciandola. L’uomo – stabilizzato e immobilizzato – è stato subito soccorso e trasportato d’urgenza all’ospedale di Lecco.

La nota dei sindacati dopo l’incidente al nuovo Ospedale di Ancona.

Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil di Ancona esprimono in una nota “profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia del lavoratore che ha perso la vita nel cantiere del nuovo Ospedale di Ancona Sud-Inrca nella mattina di mercoledì 15 gennaio”. “Dopo Lucca e Milano – segnalano i sindacati – siamo al terzo infortunio mortale nei cantieri da inizio dell’anno e al primo nelle Marche. Da inizio 2020, sono già 18 le morti bianche in Italia, numeri inquietanti che purtroppo seguono i trend occupazionali. Un bollettino che sembra essere quello di una guerra e non quello di un Paese civile che vuole ripartire. Non ci abitueremo mai ad accostare la perdita di una persona al lavoro – aggiungono i sindacati di categoria -: strumento di autonomia, emancipazione e costruzione di una vita piena all’interno della comunità. Oggi per noi è il momento del dolore, da domani bisogna che si ritrovi la giusta attenzione su un tema che è di fondamentale importanza soprattutto in un settore dove il rischio di infortunio grave o morte è tanto elevato”.

Fonte: Ansa.