Cologno Monzese: undicenne picchiato all’oratorio da 13 ragazzini perché tifa Milan

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 settembre 2018 11:05 | Ultimo aggiornamento: 14 settembre 2018 11:05
Cologno Monzese: undicenne picchiato all'oratorio da 13 ragazzini perché tifa Milan

Cologno Monzese: undicenne picchiato all’oratorio da 13 ragazzini perché tifa Milan

ROMA – Delle tredici famiglie coinvolte, cioè padri e madri dei tredici ragazzini tra i 7 e i 13 anni che hanno preso a calci e pugni un undicenne all’oratorio, “solo due famiglie mi hanno chiamato per scusarsi”. A parlare con il cronista de Il Giorno è un’amareggiata madre di Cologno Monzese, periferia nord di Milano: suo figlio è stato pestato all’oratorio sotto casa della nonna.

Lei stessa, in visita alla madre, ha assistito alla scena dalla finestra. Si è precipitata giù scendendo le scale di corsa: ha trovato il figlio riverso sul campetto, il fianco dolorante, non riusciva ad alzarsi. Dopo un’oretta i ragazzini sono tornati a giocare come nulla fosse. La madre ha deciso di sporgere denuncia: il figlio è stato picchiato perché tifoso del Milan. Assurdo. All’ospedale Bassini dove è stato ricoverato gli hanno trovato una costola incrinata. Nessun adulto era presente, dal parroco in giù.

“Dopo quello che è successo abbiamo ricevuto grande sostegno, ma prima? Possibile non si riesca a prevenire? Gli oratori forniscono un servizio, questi luoghi devono essere protetti e gestiti da personale preparato. Mio figlio ha già perso tanto: l’emozione del primo giorno di scuola, alle medie, e per un mese non potrà giocare a calcio”.