Comiso (Ragusa), Mirko Bottari confessa di aver bruciato Vincenzo Arcidiacono

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Luglio 2013 8:25 | Ultimo aggiornamento: 17 Luglio 2013 8:25
Comiso (Ragusa), Mirko Bottari confessa di aver bruciato Vincenzo Arcidiacono

Comiso (Ragusa), Mirko Bottari confessa di aver bruciato Vincenzo Arcidiacono

COMISO (RAGUSA) – Mirko Bottari ha confessato: è stato lui ad uccidere Vincenzo Arcidiacono, il padre che non lo aveva mai riconosciuto, dopo una lite per una richiesta di soldi.

Ora Bottari, disoccupato di 21 anni, è piantonato da due poliziotti in una camera dell’ospedale Regina Margherita di Comiso, in provincia di Ragusa.

Fino alla tarda sera di martedì 16 luglio il giovane, che ha ustioni di primo e secondo grado alle mani e alle gambe, è stato interrogato dal sostituto procuratore della Repubblica di Ragusa.

Durante l’interrogatorio Bottari ha confermato di aver agito perché il padre si era rifiutato di dargli dei soldi il giorno prima. Secondo il magistrato si tratta di un delitto maturato nell’ambito di una

 “situazione familiare molto difficile, aggravata dalla disoccupazione del giovane e dalla sua continua richiesta di denaro”.

Ora sarà il giudice per le indagini preliminari che dovrà decidere sulla convalida del fermo di Bottari per omicidio dopo l’interrogatorio di garanzia.