Como, Antonio Pittorru si fa un selfie sul lago, cade e muore annegato

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 giugno 2018 16:56 | Ultimo aggiornamento: 4 giugno 2018 16:56
Como, Antonio Pittorru si fa un selfie sul lago, cade e muore annegato

Como, Antonio Pittorru si fa un selfie sul lago, cade e muore annegato (Foto Ansa)

CALANGIANUS (OLBIA-TEMPIO) – Morire per scattarsi un selfie. Un giovane di 22 anni, Antonio Pittorru, è deceduto così.  [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Sabato 2 giugno Antonio, originario di Calangianus (Olbia Tempio) ma residente da un anno a Milano, era sul lago di Como per una gita. Ad un certo punto ha deciso di scattarsi un selfie con lo sfondo del lago. E’ salito su una ringhiera proprio di fronte a Villa Geno, ma ha perso l’equilibrio ed è caduto in acqua, annegando dopo un volo di otto metri.

Secondo quanto riferisce l’Unione Sarda, 

Stando alle prime testimonianze il giovane, ieri (sabato, ndr) intorno a mezzogiorno, è salito sul parapetto del lungolago, davanti a Villa Geno, con il telefonino in mano, ed è finito in acqua. Forse ha perso l’equilibrio, magari nel tentativo di scattare una foto, oppure si è sentito male, ma gli inquirenti, i carabinieri della Compagnia di Como, non scartano l’ipotesi del gesto volontario. Un passante comasco si è tuffato per aiutarlo ma i tentativi sono stati inutili: il corpo è stato recuperato un’ora dopo dai sommozzatori dei vigili del fuoco. Pittorru, figlio dell’ex presidente della Pro Loco e dirigente del Calangianus calcio, da tempo risiedeva a Milano: studiava all’Accademia di Brera.

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other