Como, sacerdote a messa: “Ideologia gay più pericolosa dell’Isis”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Marzo 2015 13:17 | Ultimo aggiornamento: 8 Marzo 2015 17:48

COMO – “L’ideologia gender è più pericolosa dell’Isis. La prima ci attacca dall’interno, la seconda dall’esterno”. A pronunciare la frase è stato don Angelo Perego, parroco di Arosio, piccolo comune in provincia di Como, alla fine della messa.

Como, sacerdote a messa: "'Ideologia gay più pericolosa dell'Isis"

Don Angelo Perego

E, come era facilmente immaginabile, la frase ha scatenato molte polemiche.  Le poche parole servivano a presentare un incontro aperto ai fedeli, in programma il 27 marzo, sul tema delle identità di genere. Tra i presenti c’è un fedele omosessuale che a fine funzione lascia l’assemblea, raggiunge il parroco per capire meglio. L’uomo chiede spiegazioni. “Ci conosciamo bene – spiega il sacerdote – e ci siamo confrontati. Non è vero che siamo finiti quasi alle mani, come ha detto qualcuno”.

Il confronto, serve però a poco. L’uomo torna a casa e pubblica su Facebook le proprie riflessioni. Il suo post viene letto da molti e notizia viene molto condivisa e ripresa anche dalla stampa locale. Il piccolo paese di Arosio, a questo punto si divide fra chi difende il sacerdote e chi lo condanna per quanto detto. Contattato, don Angelo ripete: “Io non sono omofobo, per nulla. E’ una sciocchezza quella di cui mi chiedete conto, è una piccola cosa. Non sono contro l’omosessualità, ho parlato di ideologia gender e ho detto che è più pericolosa del terrorismo Isis o islamico”.