Como, “truffa del nano nel mobiletto”: sostituiva soldi veri con quelli falsi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 settembre 2013 11:17 | Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2013 11:24
Como, "truffa del nano nel mobiletto": sostituiva soldi veri con quelli falsi

Como, “truffa del nano nel mobiletto”: sostituiva soldi veri con quelli falsi

COMO – Un malvivente di corporatura minuta, un nano, si nascondeva dentro un comune mobiletto da salotto, con tovaglia bianca e l’immancabile vassoio di caramelle. Gli ignari, i malcapitati, i truffati si presentavano in salotto portando con loro il denaro a garanzia di un prestito. Soldi veri che venivano sostituiti con soldi falsi. Il nano si prendeva e nascondeva i soldi veri, ai poveri truffati quelli falsi.

Nella “truffa del mobiletto” è caduto anche un cittadino austriaco, che ha venduto orologi per 160mila euro ottenendo in cambio banconote false, quindi un tedesco, salvato in extremis dall’intervento dei militari dell’Arma.  I truffatori sono romeni, residenti in un campo nomadi di Milano, che si presentavano in abiti eleganti e parlavano perfettamente italiano e tedesco. Per mettere in atto i loro piani affittavano la sala di un albergo di Cernobbio, nella quale, senza farsi notare, portavano il loro “mobiletto magico”.