Conad: “Nessun boicottaggio dei prodotti di Israele”

Pubblicato il 25 maggio 2010 23:56 | Ultimo aggiornamento: 25 maggio 2010 23:56

“Non è in atto alcuna attività di boicottaggio da parte di Conad di prodotti coltivati in territori della Palestina occupati da Israele”. Lo precisa l’organizzazione in una nota diffusa a Bologna. “A lanciare campagne di boicottaggio sono le associazioni delle diverse parti in causa – prosegue la nota – che vorrebbero coinvolgere e condizionare Conad, come ben si evince dalle oltre 600 pagine web. Come già precisato nella nota diffusa ieri alle agenzie, Nordiconad – prosegue il comunicato – non ha intrapreso alcuna azione di boicottaggio, ma ha solo richiesto informazioni al fornitore; quanto sia strumentale questa vicenda lo testimonia il fatto che il prodotto in questione (il pompelmo proveniente da Israele) ha una sua stagionalità che, come ben sanno gli operatori, si è conclusa ad aprile; quando le produzioni di pompelmo saranno nuovamente disponibili, le forniture proseguiranno regolarmente”.

Conad, “contrariamente a quanto riportato da alcuni organi di informazione – conclude la nota – non ha mai sospeso forniture di prodotti (ortofrutta o altro) da Israele. Diffidiamo pertanto ogni soggetto dal lanciare o riportare notizie imprecise, non veritiere e già destituite di ogni fondamento”. Conad si riserva di tutelare il proprio nome e gli interessi della catena in ogni sede competente.