Concerto Primo Maggio 2015 Roma, via con minuto di silenzio. Diretta e FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Maggio 2015 16:00 | Ultimo aggiornamento: 1 Maggio 2015 20:46

ROMA – E’ iniziato alle 15 e durerà fino a mezzanotte. 1 maggio a Roma significa anche e soprattutto Concertone di Piazza San Giovanni. E così anche quest’anno, come da tradizione, è partita la rassegna. Con la piazza che, almeno per ora, sembra far fatica a riempirsi. Si è iniziato alle 15 con un minuto di silenzio per le vittime del terremoto in Nepal.

Per vedere la piazza piena bisognerà aspettare la serata e le esibizioni dei big. Per la scaletta del concerto clicca qui.

La diretta

20:30 Organizzatori: siamo un milione. – Con il concerto entrato nel vivo, sarebbero salite a un milione le presenze in piazza San Giovanni a Roma, per la maratona musicale promossa dai sindacati, secondo quanto comunicato dagli organizzatori.

17:30 Spopolano i selfie.  Anche al concertone del 1 Maggio, in corso a piazza San Giovanni e Roma, spopolano i selfie sia tra la folla che dal palco. I ragazzi continuano a farsi foto che pubblicano sui social network e gli ambulanti stanno facendo affari d’oro, vendendo i supporti dove appoggiare i telefonini. E anche la conduttrice di quest’anno, Camila Raznovich, si è fatta insieme a Dario Vergassola un autoscatto con il pubblico sullo sfondo e l’ha pubblicato su Instagram.

15:40 Bella Ciao dopo il silenzio. Dopo un minuto di silenzio chiesto dalla conduttrice del Concertone a piazza San Giovanni, Camila Raznovich per le vittime in Nepal e nel Canale di Sicilia, il pubblico si è lanciato nel primo coro della giornata in Bella Ciao, eseguita sul palco dai Bottari della Cantica popolare. Nonostante il sole sulla piazza che si sta via via riempiendo sono partiti anche i balli grazie ai Kutso, gruppo rivelazione di Sanremo, sul palco insieme a Alex Britti, ‘mascherato’ con una finta barba da Zz Top. Ottima accoglienza anche per la prima delle tre band finaliste al concorso per emergenti IM Nextn e i Bamboo, che  hanno fatto la loro musica anche con, tra gli altri, strumenti giocattolo, un phon e uno spazzolino elettrico.    Tra le bandiere che spiccano, in mezzo al pubblico, quelle di varie formazioni della sinistra, presenti e passate, della Palestina, delle Unioni degli studenti e tra le più curiose quella, immancabile, dell’indipendenza sarda e della repubblica di Pisa.

15:10 minuto di silenzio Prende il via con un minuto di silenzio chiesto dalla conduttrice Camila Raznovich, “per le due emergenze del momento: le popolazioni del Nepal colpite dal terremoto e i morti nel mar Mediterraneo”, il Concerto del Primo Maggio in una piazza San Giovanni a Roma che va lentamente riempiendosi.

15:00 Piazza San Giovanni ancora mezza vuota. Nel suo venticinquesimo anniversario, il tradizionale concerto del primo maggio a Roma sembra non rivivere i fasti del passato: a un’ora dall’inizio delle esibizioni sul palco allestito dai sindacati, piazza San Giovanni non è ancora affollata. “Veniamo qui per divertirci – dice un ragazzo – ma ci sono sempre le stesse cose, forse dovrebbero fare qualcosa di nuovo”. Secondo una signora, festeggiare i lavoratori “è una tradizione ma con la disoccupazione di oggi è molto triste”. “Ha senso solo se si riesce a dimostrare effettivamente che la festa si concretizzi in qualcosa di positivo per i lavoratori”, aggiunge un signore seduto sul prato in attesa dell’inizio del concerto. “Non vedo la Fiom – dice poi – vedo il tris di sindacati che sono un po’ addormentati e seguono l’onda di Renzi”. Un ragazzo è in piazza per sentire il soundcheck degli artisti e promette di andare via una volta che si apriranno le danze: “È una manifestazione che poco si interessa del lavoro – spiega – Oggi è il giorno scelto per l’inaugurazione dell’Expo perché si deve parlare dei soldi che girano nelle grandi industrie, non dei lavoratori”.