Concorso scuola, ammessi agli orali: nomi non ancora pubblicati

Pubblicato il 10 Aprile 2013 19:47 | Ultimo aggiornamento: 10 Aprile 2013 19:53
Concorso scuola, ammessi agli orali: nomi non ancora pubblicati

Il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo (Foto Lapresse)

ROMA – E’ passato un mese dalle prove scritte del concorso per i nuovi professori nella scuola pubblica, ma i risultati non sono ancora stati pubblicati. Sconosciuti i nomi di chi è stato ammesso agli orali. Tranne qualche regione che fa eccezione.

La rivista specializzata La Tecnica della Scuola ha stilato le ”pagelle” per i diversi uffici scolastici in base alla loro efficienza. La regione migliore è l‘Abbruzzo, che si aggiudica un “nove”. L’Usr di Pescara ha pubblicato già a febbraio i prospetti del numero dei partecipanti alle prove, suddivisi per classe di concorso, e lo schema complessivo delle prove scritte. Accanto a queste informazioni, l’Ufficio ha riportato le lettere sorteggiate per stabilire l’ordine d’esame dei candidati ammessi alla prova orale, le griglie di valutazione e la composizione delle commissioni d’esame.

Insufficienza per il Molise: nonostante abbia visto la partecipazione alle prove scritte di soli 261 candidati, ha pubblicato solo le griglie di valutazione.

Casi anomali la Liguria e la Lombardia, che conquistano un ”sette”. La prima non ha ancora comunicato le lettere sorteggiate per stabilire l’ordine in cui i candidati verranno esaminati, ma pubblica i nomi di coloro che sono stati ammessi alla prova orale della classe di concorso A017; la seconda non ha ancora divulgato le griglie di valutazione, ma rende noti gli ammessi alle prove pratiche e di laboratorio di alcune classi di concorso, i cui elaborati scritti sono, quindi, già stati valutati.

Arrivano al ”sette” anche Lazio, Emilia Romagna, Veneto, Sardegna, Piemonte e Puglia, che hanno già completato le procedure di correzione delle prove scritte di alcune classi di concorso e convocato gli ammessi a sostenere le prove pratiche di laboratorio.

Umbria, Friuli Venezia Giulia e Basilicata conquistano un ”sei”, non avendo ancora diramato l’esito del sorteggio delle lettere per la prova orale, ma pubblicato almeno una informazione tra griglie e commissioni.

Anche Sicilia e Campania si fermano alla sufficienza, se non altro per il fatto che, pur non avendo ancora pubblicato gli ammessi alle prove scritte, ma effettuato soltanto i primi adempimenti previsti, sono le regioni con il più alto numero di partecipanti alle prove scritte, rispettivamente più di 20.000 e più di 22.000.

Appena sufficienti anche Calabria, Marche e Toscana, che stanno ultimando adempimenti e correzioni.