Concorso scuola: ripartizione posti per regione. Primarie, secondarie, sostegno

Pubblicato il 21 settembre 2012 14:00 | Ultimo aggiornamento: 21 settembre 2012 14:01

concorso scuolaROMA – Insieme alle regole per il concorso scuola interessa agli aspiranti docenti la ripartizione delle cattedre regione per regione. E’ pronto l’elenco dettagliato della disponibilità dei posti per le suole d’infanzia, le primarie, le secondarie, il sostegno. Il numero dei posti è calcolato anche in previsione della domanda di cattedre rispetto alle materie. Ricordiamo qui i criteri di ammissione. Per la scuola primaria e dell’infanzia saranno ammessi al concorso gli abilitati, i laureati in Scienze della formazione e anche i diplomati entro l’anno scolastico 2001/2002 che nel 2000 non hanno partecipato alle ultime selezioni. Per medie e superiori, l’accesso alle prove sarà riservato a coloro che sono già in possesso di un’abilitazione all’insegnamento e ai laureati in possesso di un titolo di studio del vecchio ordinamento: conseguito entro l’anno 2001/02 per i corsi di studio quadriennali, 2002/03 per quelli quinquennali e 2003/04 per quelli di sei anni di durata.

E’ più importante rispetto agli concorsi vedere il numero di posti a disposizione. Una delle novità più contestate del nuovo “concorsone” stabilisce che riuscirà a conquistare l’abilitazione all’insegnamento soltanto chi rientrerà nel numero dei posti messi a concorso. Se, ad esempio, in una data regione sono stati messi a concorso 100 posti a cattedra per l’inglese alle superiori, il 101mo classificato non otterrà nemmeno l’abilitazione, come invece avveniva in passato. Inoltre, i posti messi a concorso saranno garantiti dal ministero in uno o più anni: l’immissione in ruolo potrebbe avvenire in un solo anno, se si dovessero liberare i posti per effetto dei pensionamenti, oppure in più anni se i posti si dovessero liberare in due o tre anni.

Per l’elenco completo clicca qui