Condanne/ Ergastolo per Luigi De Chirico, 47 anni, che lo scorso anno uccise l’anziano Silvio Zanini per rapina

Pubblicato il 20 Luglio 2009 15:55 | Ultimo aggiornamento: 20 Luglio 2009 16:09

È stato condannato all’ergastolo nonostante il rito abbreviato Luigi De Chirico, 47 anni, riconosciuto colpevole dal gup Roberto Fucigna di avere ucciso per rapina il pensionato di 87 anni Silvio Zanini.

Ai parenti della vittima De Chirico dovrà corrispondere una provvisionale provvisoria di 75mila euro.

De Chirico è il figlio della ex donna delle pulizie dell’anziano che fu trovato esanime in un lago del proprio del sangue sul letto di casa a Sampierdarena. La salma dell’anziano fu rinvenuta la mattina del 10 luglio dello scorso anno. Zanini era stato sgozzato con ben cinque fendenti e soffocato con un guanciale.

L’autopsia sul cadavere effettuata dal medico legale Marco Salvi aveva rivelato particolari agghiaccianti sulla fine dell’anziano. Zanini aveva cercato fino all’ultimo, come poteva, di reagire e di difendersi, ma mentre il sangue sgorgava copiosamente dalle ferite al collo, l’assassino gli premeva con forza il cuscino sul volto e sulla bocca per impedirgli di gridare. L’aggressione, sempre secondo quanto era emerso dall’autopsia, era durata pochi minuti, ma era stata brutale. L’inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica Gabriella Marino, aveva portato all’arresto di Luigi De Chirico dopo vari giorni dal rinvenimento della salma.