Due gemelli, un congedo per i papà. Inps: astensioni slegate dal numero di bebè

Pubblicato il 18 Marzo 2013 13:32 | Ultimo aggiornamento: 18 Marzo 2013 13:32
elsa_fornero

Elsa Fornero (Foto Lapresse)

ROMA – Due gemelli? Un congedo. Il congedo di paternità è diventato obbligatorio con la riforma Fornero, ora l’Inps precisa che i nuovi permessi rimangono gli stessi sia in caso di un figlio appena nato che di due o tre, come succede per i parti gemellari. L’Inps ha appena illustrato in una circolare i due nuovi permessi per i papà rivolti ai lavoratori dipendenti del settore privato.

Un congedo obbligatorio (un giorno) e un congedo facoltativo (due giorni) che però è alternativo al congedo della madre. Ovvero padre e madre non possono essere in congedo contemporaneamente. I permessi vanno fruiti entro i primi 5 mesi di vita del bambino e non subiscono variazione nel caso di parto plurimo. Per poterne usufruire il padre deve farne richiesta in forma scritta al datore di lavoro con almeno 15 giorni di anticipo.