Conselice (Ravenna), operaio 38enne muore schiacciato da una pressa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Giugno 2020 8:32 | Ultimo aggiornamento: 7 Giugno 2020 8:32
Ambulanza, Ansa

Conselice (Ravenna), operaio 38enne muore schiacciato da una pressa (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Un operaio di 38 anni è morto nel pomeriggio di sabato 6 giugno dopo essere rimasto schiacciato da una pressa all’interno dello stabilimento Unigrà di via Gardizza a Conselice, nel Ravennate.

Un collega di 35 anni presente nei paraggi, alla luce dell’accaduto, ha poi accusato un malore ed è stato portato in ospedale a Lugo per accertamenti.

Come di prassi l’area, per disposizione della Procura di Ravenna, è stata sottoposta a sequestro.

Esprime “profondo cordoglio” Unigrà, il gruppo attivo nel campo della raffinazione e lavorazione di oli vegetali.

Nella struttura, si legge in una nota della stessa società, “è avvenuto un grave infortunio nel reparto Frazionamento Oli che ha coinvolto il dipendente, purtroppo deceduto.

L’Azienda – conclude Unigrà – esprime le più sentite condoglianze ai familiari e conferma la piena collaborazione con le autorità competenti per la ricostruzione della dinamica dell’incidente”.

L’area, per disposizione della Procura di Ravenna, è stata sottoposta a sequestro. Sul posto, oltre ai sanitari, giunti con una ambulanza, un’auto medicalizzata e l’elisoccorso sono intervenuti i Carabinieri, i Vigili del Fuoco e gli ispettori della Medicina del Lavoro dell’Ausl.

Un collega 35enne dell’uomo deceduto che era presente nei paraggi dell’accaduto ha accusato un malore ed è stato portato in ospedale a Lugo per accertamenti. (Fonte: Ansa).