Lui sgozzato lei giù da balcone: sospettato profugo Cara

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Agosto 2015 12:30 | Ultimo aggiornamento: 15 Settembre 2015 13:33
Coppia morta in casa a Palagonia: sospettato extracomunitario

Coppia morta in casa a Palagonia: sospettato extracomunitario

CATANIA – Lui è stato sgozzato. Lei è stata gettata giù dal balcone. Orrore a Palagonia (Catania)  dove Vincenzo Solano, 68 anni, e la moglie Mercedes Ibanez, 70 anni, sono stati trovati morti nella loro villetta nella centrale via Palermo. La scoperta è stata fatta dalla polizia domenica 30 agosto  dopo controlli sul ritrovamento di un telefonino rubato.  

Controlli sono in corso su un profugo ivoriano di 25 anni che era stato fermato dalla polizia di Stato al Cara di Mineo. Sui suoi vestiti c’erano tracce di sangue.

Si tratta senza dubbi di duplice omicidio, forse avvenuto durante una rapina. Il delitto è stato scoperto dopo che la polizia, durante una normale perquisizione all’ingresso dal Cara, ha trovato un uomo della Costa d’Avorio con un borsone che all’interno nascondeva un cellulare, un computer e una videocamera. A quel punto è scattato il controllo nella villa del proprietario del telefonino.

“Il cellulare? L’ho trovato per strada e l’ho preso non l’ho rubato”, ha detto l’ivoriano trovato in possesso del telefonino di Vincenzo Solano. Il migrante, arrivato nel Cara di Mineo nello scorso giugno sostiene di essere innocente.