Corfinio (L’Aquila), uccide la moglie a coltellate e tenta il suicidio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Giugno 2020 16:44 | Ultimo aggiornamento: 28 Giugno 2020 16:44
Corfinio (L'Aquila), uccide la moglie a coltellate e tenta il suicidio

Corfinio (L’Aquila), uccide la moglie a coltellate e tenta il suicidio (Foto Ansa)

Uccide la moglie a coltellate e tenta suicidio. Tragedia a Corfinio. La donna era una ex insegnante stimata da tutti.

Ha ucciso la moglie a coltellate e poi ha tentato di uccidersi con la stessa arma, senza però riuscirci. La donna, Maria Pia Reale, 68 anni, era conosciuta e stimata da tutti a Corfinio e per anni aveva fatto l’insegnante.

L’assassino, 70 anni, era rientrato a casa sabato dopo un periodo di degenza nell’ospedale San Salvatore dell’Aquila. In serata tra i due sarebbe scoppiata una lite, poi proseguita anche domenica mattina, poi l’uomo ha aggredito la moglie e l’ha uccisa.

Subito dopo ha tentato di suicidarsi conficcandosi il coltello nel petto. L’uomo è stato soccorso e stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Sulmona dove è piantonato dai Carabinieri che stanno ricostruendo la dinamica dell’omicidio.

Durante il lockdown l’uomo si era allontanato da casa per qualche tempo ed era stato poi ritrovato in stato confusionale, nei pressi dell’autostrada, chiuso nella propria auto.

Tenta di uccidere la moglie e si suicida nel padovano.

Ad Abano terme, nel padovano, un anziano di 85 anni ha invece sparato con una pistola al petto della moglie 70enne, ferendola gravemente, e poi, rivolta l’arma su sé stesso, si è ucciso.

La donna – secondo quanto si è appreso dai Carabinieri – è stata trasportata in ospedale a Padova dove è stata operata: è in condizioni gravi e la prognosi è riservata. Secondo i primi accertamenti effettuati l’arma, una Berretta 7.65 era legalmente detenuta. Secondo i Carabinieri, la coppia aveva un rapporto difficile incrinato dall’età e dalla solitudine. (Fonte Ansa).