Corinaldo, Maurizio Costanzo contro Sfera Ebbasta: “In parte è corresponsabile”

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 Dicembre 2018 8:48 | Ultimo aggiornamento: 21 Dicembre 2018 8:49
Corinaldo, Maurizio Costanzo contro Sfera Ebbasta: "In parte è corresponsabile"

Corinaldo, Maurizio Costanzo contro Sfera Ebbasta: “In parte è corresponsabile”

ROMA – Sfera Ebbasta sarebbe “in parte, corresponsabile”, della tragedia di Corinaldo. Ne è convinto Maurizio Costanzo che sul suo blog punta il dito contro il trapper che lo scorso 8 dicembre era atteso nella discoteca Lanterna Azzurra, nella quale hanno perso la vita 6 persone, 6  minorenni e una mamma, rimasti schiacciati nella calca.

Il marito di Maria De Filippi elenca almeno due ordini di ragioni per cui, a suo giudizio, una parte di colpa sarebbe da attribuire a Sfera Ebbasta. “Primo – spiega – ha ritardato di ore l’arrivo a Corinaldo, fiaccando gli adolescenti. Secondo – aggiunge Costanzo – già in passato, durante i suoi concerti, lo spray al peperoncino aveva fatto la sua comparsa, segno che forse non aveva preso posizione”. In realtà il trapper aveva più volte condannato la pratica e recentemente, dopo giorni di silenzio, ha affidato a Instagram il suo dolore per la tragedia: “Tutto quello che è successo mi ha stravolto – ha scritto – sapere che tutte quelle persone erano lì per me, per divertirsi insieme a me, non mi dà pace”.

Costanzo ha poi precisato che la responsabilità principale della tragedia ovviamente non è dell’artista ma di chi ha organizzato e gestito l’evento: “Dico che è parzialmente corresponsabile perché i veri responsabili, a mio avviso, sono organizzatori e proprietari del locale”.

In difesa del trapper è invece intervenuto Fedez che, in un’intervista a Vanity Fair, ha detto: “Mi è stato chiesto se potesse essere imputabile un certo tipo di responsabilità morale nei confronti di Sfera. Io ho risposto no. Perché per quanto concerne logistica, organizzazione e valutazione dei rischi sono scelte che si affidano e delegano a booking e management”.