Coronavirus e animali domestici. Il botta e risposta tra Burioni e Rita Dalla Chiesa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Aprile 2020 16:19 | Ultimo aggiornamento: 8 Aprile 2020 16:19
Coronavirus e animali domestici. Il botta e risposta tra Burioni e Rita Dalla Chiesa

Coronavirus e animali domestici. Il botta e risposta tra Burioni e Rita Dalla Chiesa (Foto Ansa)

ROMA – Il coronavirus possono prenderlo anche gli animali domestici? Il dibattito ha visto un botta e risposta via social tra il virologo Roberto Burioni e la conduttrice Rita Dalla Chiesa.

Burioni ha precisato che ci sono molti casi di felini infetti dal virus e di non voler smentire nulla a riguardo. Quindi ha aggiunto: “Vedete di non essere meno intelligenti dei vostri animali che meritano padroni migliori”.

Poi nella discussione su Twitter si è inserita anche Rita Dalla Chiesa. Rivolgendosi al virologo, la conduttrice ha scritto: “Ma li ha letti solo lei, questi casi? In tutto il mondo gli scienziati stanno dicendo che nessun animale può contagiare l’uomo”.

Roberto Burioni ha  sottolineato che non si sa se gli animali possano infettare l’uomo, ma si sa con certezza che l’uomo possa contagiare alcuni animali, tra cui i gatti. “Per cui è indispensabile proteggerli dal contagio – ha proseguito l’esperto -, chi è malato non può tenerli vicino senza metterli in pericolo”. 

Coronavirus, disinfettare il frigorifero?

Dovremmo disinfettare da cima a fondo anche il frigorifero, purificare ogni confezione, busta e bottiglia della spesa quotidiana? Calma, no. Non è indispensabile darci dentro di amuchina e alcol con cassetti e sportelli del frigo. Sebbene il virus mostri una straordinaria capacità di sopravvivenza sulle superfici degli oggetti, specie la plastica, vale sempre la regola di lavarsi bene le mani dopo ogni operazione “sospetta”, tipo al rientro dalla spesa per esempio.

La questione è stata posta dal seguitissimo programma Nbc Usa al dottor Warner Green (ne riferisce sul Corriere della Sera Silvia Turin) virologo e ricercatore del Gladstone Institutes di San Francisco. Detto che covid 19 resiste sulle superfici, il professore ha citato un vecchio studio sulla Sars (non è la stessa cosa ma insomma) secondo cui il virus sopravvive a bassa umidità e temperature inferiori a 4 gradi, in pratica il microclima di un frigorifero. Lui consiglia, così fanno in casa, di disinfettare prodotti e confezioni, è sufficiente. (Fonte Twitter).