Coronavirus, nelle zone rosse le app di dating registrano +30% di accessi

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 Marzo 2020 14:24 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2020 19:26
Coronavirus, nelle zone rosse le app di dating registrano +30% di accessi

Coronavirus, nel Nord Italia le app di dating fanno +30% di accessi (Immagine di repertorio)

ROMA – Al tempo del coronavirus, la libido vince sulla paura. Anzi, nelle zone rosse del Nord Italia, le app di dating registrano un picco di accessi. Lo rivela un comunicato di Once, applicazione da 9 milioni di iscritti che ogni giorno gestisce un volume di 5 milioni di chat. “Da lunedì scorso – dicono – abbiamo riscontrato un aumento del traffico giornaliero di circa il 30% nell’area del Nord Italia”. 

Insomma, altro che quarantena e distanza di sicurezza di almeno un metro per evitare i contagi. Con scuole e uffici chiusi, c’è chi non rinuncia al sesso per riempire il proprio tempo libero. E questo nonostante la psicosi imperante che ha svuotato treni, bar e ristoranti.

Ma c’è anche chi, rispettando l’invito a limitare uscite e assembramenti, ha potuto sfogare tra le mura domestiche le proprie pulsioni. Alcuni siti a luci rosse, come riporta Leggo, hanno infatti giocato di strategia per ingraziarsi gli utenti, offrendo accessi gratuiti alla propria sezione premium per gli abitanti delle zone colpite dalla diffusione del Covid-19.

Fonte: Leggo