Coronavirus, con il farmaco anti-artrite (tocilizumab) migliorano 2 pazienti a Napoli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Marzo 2020 13:20 | Ultimo aggiornamento: 11 Marzo 2020 14:03
Coronavirus, funziona il farmaco anti-artrite (tocilizumab). Ottimo riscontro a Napoli

Coronavirus, Napoli deserta (Ansa)

ROMA – Subito un protocollo nazionale per estendere l’impiego di tocilizumab, farmaco anti artrite reumatoide, nei pazienti contagiati da coronavirus e in condizioni critiche. Lo chiede l’oncologo Paolo Ascierto, del Pascale di Napoli.

“Il farmaco ha dimostrato di essere efficace contro la polmonite da Covid-19”. A Napoli, spiega, “sono stati trattati i primi 2 pazienti in Italia, in 24 ore la terapia ha evidenziato ottimi risultati e domani sarà estubato uno dei 2 pazienti perché le sue condizioni sono migliorate. Ieri, iniziato il trattamento ad altre 2 persone ed oggi ne tratteremo altre due”.

Il Corriere della Sera fa intanto il punto su quali siano al momento le opzioni terapeutiche utilizzabili. “Sia in Cina che in Italia, ma anche in altri Paesi, i pazienti vengono trattati per breve tempo con la combinazione lopinavir/ritonavir, antivirali inibitori della proteasi (enzima che spezza le lunghe molecole di proteine) utilizzati a lungo nella terapia dell’ Aids, nonostante la difficoltà di somministrazione e gli effetti collaterali piuttosto pesanti”.

Non praticabili al momento (troppi pazienti, effetti collaterali pesanti) il ricorso al plasma delle persone guarite come per il virus Ebola, o le terapie a base di cellule staminali. (fonti Ansa e Corriere della Sera)