Coronavirus, il bollettino del 17 settembre: 1585 positivi e 13 morti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Settembre 2020 17:19 | Ultimo aggiornamento: 18 Settembre 2020 8:51
Coronavirus, Ansa

Coronavirus, il bollettino di oggi: 1585 positivi e 13 morti (foto Ansa)

1585 positivi e 13 morti. Il bollettino del 17 settembre.

Lieve aumento dei contagi da coronavirus in Italia: l’incremento nelle ultime 24 ore è di 1.585 nuovi casi, rilevati con 101.773 tamponi, un migliaio in più rispetto a quelli effettuati ieri. Il totale dei contagiati, comprese vittime e guariti, sale a 293.025.

E’ invece stabile l’incremento delle vittime: era di 12 mercoledì, è di 13 oggi, per un totale complessivo dall’inizio dell’emergenza di 35.658. Nessuna regione fa registrare zero casi.

Ancora in crescita il numero dei malati per coronavirus.

Dai dati del ministero della Salute emerge che nelle ultime 24 ore l’incremento è stato di 881, per un totale di 41.413 attualmente positivi.

Aumentano anche i pazienti ricoverati nei reparti ordinari (sono 2.348, 63 più di mercoledì), nelle terapie intensive (+5 rispetto a ieri per un totale di 212) e in isolamento domiciliare (ora sono 38.853, 813 più di ieri).

Il totale dei dimessi e dei guariti è invece di 215.954, con un incremento di 689 persone nelle ultime 24 ore.

Tra le regioni, il maggior incremento di casi si registra in Lombardia (+281), seguita da Campania (+195) e Lazio (+181). Anche Emilia Romagna, Veneto e Toscana fanno segnare un incremento superiore ai cento casi nelle ultime 24 ore.

Coronavirus in Lombardia, il punto della situazione

Con un alto numero di tamponi effettuati (21.757), sono 281 i nuovi casi positivi in Lombardia, per una percentuale pari all’1,29%, in crescita rispetto a ieri (0,89%).

C’è una nuova vittima per un totale di 16.906 morti in regione dall’inizio della pandemia. Sono in crescita i ricoverati sia in terapia intensiva: (+2, 32) che negli altri reparti (+8, 272).

Sono 87 i nuovi casi a Milano,, di cui 42 a Milano città, 42 a Pavia, 32 a Brescia, 26 a Bergamo e a Monza e Brianza. (Fonte: Ansa).