Coronavirus, aumentano ancora i contagi: 1.210. Sette i morti

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 Agosto 2020 17:09 | Ultimo aggiornamento: 24 Agosto 2020 8:20
Coronavirus, aumentano ancora i contagi: 1.210. Sette i morti

Coronavirus, aumentano ancora i contagi: 1.210. Sette i morti

Coronavirus, bollettino del 23 agosto: contagi in aumento, 1.210. Sette i morti

Continuano ad aumentare i contagi da Covid-19 o coronavirus in Italia: sono 1.210 (contro il 1.071 di ieri) i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore, dice il bollettino del 23 agosto.

Sono 7 i morti, in crescita rispetto ai 3 di ieri ma in calo a fronte dei 9 registrati venerdì. Questi i dati del ministero della Salute.

Bisogna tornare al 4 maggio per avere un dato dell’aumento dei contagi analogo (1.221) a quello odierno (1.210). In quella data. però, i morti erano stati 195, le terapie intensive erano 1.479 con i malati di Covid che erano scesi per la prima volta sotto i 100 mila (99.980) dall’inizio della fase acuta della pandemia in Italia. 

I ricoverati

Sono 47 i ricoverati in più con sintomi Covid-19 in Italia (per un totale di 971) con un incremento di 5 persone in terapia intensiva (69) rispetto a ieri.

In isolamento domiciliare sono in 17.398 (+883). Sono i dati forniti dal ministero della Salute che riportano anche i tamponi effettuati, circa 67mila, 10 mila in meno di ieri.

I guariti oggi sono 267 per un totale di 205.470. In totale i casi registrati dal ministero della Salute sono 259.345, mente il totale dei decessi è di 35.437. Il totale degli attualmente positivi è di 18.438 (+935).

Cinque le regioni con oltre 100 contagi

Sono cinque le regioni che hanno superato oggi i cento contagiati, con la Lombardia che ritorna al top con 239 nuovi casi, seguita dal Lazio con 184, dal Veneto con 145, dalla Campania con 138 e dall’Emilia Romagna con 127.

Più distanziate le altre regioni, con 81 casi in Sardegna e 59 in Toscana.

L’unica regione che oggi non registra contagi è la Valle d’Aosta mentre in Molise se ne segnala uno, 3 nella provincia di Trento e 5 sia in Basilicata che nelle Marche.

Per quanto riguarda i ricoverati con sintomi, il Lazio continua ad aver il dato più alto (286) con un incremento di 21 rispetto a ieri. Stabile la Lombardia con 148. Le terapie intensive sono più numerose in Lombardia (14) con al secondo posto la Sicilia (10).  (Fonte: Ansa)