Coronavirus, a Borghetto donna bloccata in casa con il cadavere del marito. Salma via solo dopo esito del tampone

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Marzo 2020 19:50 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2020 19:50
Coronavirus, a Borghetto donna bloccata in casa con il cadavere del marito. Salma via solo dopo esito del tampone

Coronavirus, a Borghetto donna bloccata in casa con il cadavere del marito. Salma via solo dopo esito del tampone (foto ANSA)

SAVONA – Una donna di Borghetto Santo Spirito, in provincia di Savona, è in casa, in autoisolamento, con il cadavere del marito che, con i sintomi compatibili da infezione da Coronavirus, è morto nella notte probabilmente per un malore e ci dovrà rimanere ancora 24 ore, in attesa dei risultati del tampone.

I militi di una pubblica assistenza sono entrati nell’alloggio per tentare di salvarlo con un massaggio cardiaco ma non c’è stato nulla da fare e sono ora in quarantena fiduciaria. La salma si trova ancora adesso per terra, a faccia in giù in una stanza della casa: trattandosi di un potenziale contagio, il protocollo sanitario prevede che prima di rimuovere il cadavere si attenda l’esito del tampone, effettuato nel pomeriggio.

Una situazione da incubo: “Non so nemmeno definirla a parole – ha detto il sindaco Giancarlo Canepa, giunto sul posto – Sono vicino al dolore della donna e dei parenti che stanno vivendo questa situazione surreale”. La donna fortunatamente non mostra sintomi, ma visto il potenziale contagio non può uscire di casa e per questo ha passato parte della giornata sul balcone: per tranquillizzarla le ha telefonato anche il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti.

“E’ disperata, non sa cosa fare e come comportarsi – hanno spiegato i parenti – non c’è nessuno con lei ad aiutarla e consolarla. Forse si potevano prevedere casi del genere e evitarle questo calvario”. Secondo quanto ricostruito l’uomo sarebbe morto per un arresto cardiaco, ma è necessario capire se avesse o meno contratto il Coronavirus e se questo possa aver influito sulle patologie della vittima. L’uomo avrebbe iniziato ad accusare i sintomi alcuni giorni fa e, su consiglio del medico, avrebbe anche svolto degli esami radiologici al torace dopo i quali, però, sarebbe stato dimesso. Se i tamponi dovessero rivelarsi positivi per la moglie e le altre persone venute a contatto con la vittima scatterà la quarantena. (fonte ANSA)