Coronavirus, allarme nelle case di riposo. A Bosconero 7 positivi, a Villafrati 72

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Marzo 2020 22:37 | Ultimo aggiornamento: 25 Marzo 2020 1:19
Coronavirus casa di riposo: 72 positivi a Villafrati, 7 a Bosconero

Coronavirus casa di riposo: 72 positivi a Villafrati, 7 a Bosconero (Foto archivio ANSA)

ROMA – La diffusione del coronavirus nelle case di riposo in Italia desta preoccupazioni. A Bosconero, nella provincia di Torino, sono risultati in 7 ospiti positivi. Nella casa di risposo Villa delle Palme di Villafrati, comune di Palermo dichiarato zona rossa, i contagiati sono al 24 marzo ben 72. Nella provincia di La Spezia invece i 4 morti del Sacro Cuore di Brugnato hanno portato alla caduta della giunta comunale.

Bosconero, 7 ospiti positivi al coronavirus

Sette ospiti della casa di riposo di Bosconero (Torino) sono risultati positivi al coronavirus. La situazione è molto delicata come conferma il sindaco del paese, Paola Forneris, sia per gli anziani della struttura che per il personale.

“Appena sono arrivate le comunicazioni relative ai casi positivi si sono avviate operazioni di controllo attraverso il Servizio di Igiene e Sanità pubblica e la Dirigenza dell’unità di crisi – spiega il primo cittadino -. Con le figure sanitarie di questi due enti siamo in costante contatto per monitorare la situazione: sono già stati eseguiti dei tamponi e ne sono in corso altri”. Positivo e ricoverato in ospedale anche il parroco del paese, don Pierfranco Chiadò.

Villafrati, 72 ospiti contagiati nella casa di riposo

Sale a 72 il numero delle persone trovate positive al Coronavirus nella casa di riposo Villa delle Palme a Villafrati, il comune palermitano dichiarato “zona rossa” con un’ordinanza del presidente della Regione Sicilia. Il numero complessivo dei contagiati comprende 50 anziani, uno dei quali è deceduto ieri nel Covid Hospital di Partinico, e 22 dipendenti della Rsa.

Il sindaco Francesco Agnello ha spiegato: “I dipendenti sono stati informati e sono in quarantena insieme alle famiglie. Invito tutti quelli che hanno avuto contatti con loro a informarci in modo da avviare un monitoraggio. Dalla zona rossa non si può entrare né uscire, i varchi sono presidiati dai carabinieri”.

Nella giornata di martedì si sono svolte diverse riunioni alle quali hanno preso parte il prefetto di Palermo Antonella De Miro, il questore Renato Cortese, il comandante provinciale dei carabinieri Arturo Guarino e i vertici della Regione.

“Tutto per coordinare gli interventi e garantire il sostegno alla nostra comunità in questo momento difficile – aggiunge il sindaco – Dobbiamo stare uniti. Le istituzioni sono accanto a noi. La nostra vita in questi giorni cambierà, ma se rispettiamo le direttive eviteremo che il virus si propaghi”.

Brugnato, 4 ospiti di Rsa morti: Giunta si dimette

Quattro persone decedute ‘positive’ al coronavirus e una decina di contagi all’interno di una casa di riposo della provincia della Spezia, il Sacro Cuore di Brugnato. La rsa ha 135 ospiti, 55 operatori socio sanitari, 14 infermieri e 4 medici. La struttura socio sanitaria è adesso al centro dell’attenzione: nei giorni scorsi sono stati effettuati una settantina di tamponi tra gli anziani ospiti, ma la Rsa chiede che la mappatura sia estesa a tutto il resto dei degenti e del personale sanitario.

Una vicenda che è diventata anche un caso politico, con le dimissione della giunta brugnatese, che accusa il sindaco di Brugnato, Corrado Fabiani di non avere informato tempestivamente di quanto stava accadendo.

(Fonte ANSA)