Coronavirus, a Cerro Maggiore si fa la spesa a carte di identità alterne

di redazione Blitz
Pubblicato il 25 Marzo 2020 18:21 | Ultimo aggiornamento: 25 Marzo 2020 18:21
Coronavirus, a Cerro Maggiore si fa la spesa a carte di identità alterne

Coronavirus, a Cerro Maggiore si fa la spesa a carte di identità alterne (foto archivio Ansa)

MILANO – Spesa a “targhe alterne” per evitare code troppo lunghe al supermercato. Accade a Cerro Maggiore, in provincia di Milano, dove il sindaco Giuseppina Berra ha firmato un’ordinanza che permette di fare la spesa solo a carte di identità alterne.

Nei giorni pari possono andare al supermercato le persone che hanno la carta d’identità con un numero pari, nei giorni dispari gli altri. A controllare la polizia locale.

La scelta, ha spiegato la prima cittadina al TgR Lombardia, è stata presa perché in paese c’è un unico supermercato dove le code erano troppo lunghe.

L’ordinanza del 23 marzo, che resterà in vigore fino al 15 aprile, prevede una multa di 150 euro per chi non rispetterà le regole.

Fonte: Ansa.