Coronavirus, “sei infetto”. Cinese insultato e picchiato con una pietra a Milano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Marzo 2020 12:44 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2020 12:44
Coronavirus, "sei infetto". Cinese insultato e picchiato con una pietra a Milano

Coronavirus, “sei infetto”. Cinese insultato e picchiato con una pietra a Milano (Foto Ansa)

MILANO – Ha accusato un passante cinese di essere malato di coronavirus, lo ha colpito con una bottiglia di plastica e successivamente con una pietra al volto, infine ha aggredito i poliziotti che lo stavano fermando. Per questo un egiziano di 29 anni è stato arrestato dalla polizia per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale a Milano.

L’episodio è avvenuto 21.25 di martedì in viale Puglie, dove il nordafricano ha incrociato il coetaneo cinese che stava rientrando a casa. Gli ha urlato contro di essere contagiato e lo ha colpito con una bottiglia presa da un cestino. Subito dopo si è allontanato ma il cinese lo ha seguito e intanto ha chiamato la polizia.

I due hanno avuto una colluttazione, l’egiziano ha afferrato una pietra dal selciato e lo ha colpito in faccia provocandogli una leggera escoriazione. Intanto sono arrivati i poliziotti, che hanno dovuto usare lo spray al peperoncino per fermare il 29enne africano che si era scagliato contro di loro. (Fonte Ansa).