Coronavirus al Circeo, ragazza di 17 anni rientrata dal Messico è positiva. Allarme movida

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 Luglio 2020 11:58 | Ultimo aggiornamento: 16 Luglio 2020 11:58
Una ragazza di 17 anni rientrata dal Messico al Circeo è positiva al coronavirus

Coronavirus al Circeo, ragazza di 17 anni rientrata dal Messico è positiva. Allarme movida (Foto Ansa)

Coronavirus al Circeo: una ragazza di 17 anni è risultata positiva al Covid-19 dopo il rientro dal Messico. E ora si teme possa aver contagiato altre persone.

“Un caso di positività al coronavirus in rientro dal Messico e una quindicina di persone in quarantena presso il proprio domicilio. Il Covid-19 non è sconfitto e deve restare alta l’attenzione sul territorio”. E’ l’allarme lanciato dal sindaco di San Felice Circeo, Giuseppe Schiboni. Un allarme scattato dopo che una ragazza di 17 anni è risultata positiva al coronavirus al rientro dal Messico, dove si trovava con la famiglia dallo scorso anno. 

A preoccupare il sindaco, spiega il Messaggero, sarebbero però soprattutto “le spiagge affollate e i luoghi della movida difficili da gestire se non si ha la collaborazione di tutti a un comportamento responsabile”.

Coronavirus, quindici persone in isolamento a San Felice Circeo

Sempre a San Felice Circeo quindici cittadini sono stati messi in isolamento fiduciario. “Non appartengono al link della ragazza”, ha spiegato al Messaggero il sindaco. “Si tratta di persone a lei  estranee che evidentemente sono entrate in contatto con altri positivi”.

Proprio per questo morivo, però, il primo cittadino è preoccupato. “Nonostante abbiamo più volte richiamato le persone ad un comportamento responsabile, le persone che arrivano sul territorio ed anche gli stessi residenti si comportano come se il problema della pandemia non debba preoccupare o che da queste parti non sia mai arrivato”. (Fonte: Il Messaggero)