Coronavirus, due poliziotti positivi a Milano. Il sindacato: “Tamponi a chi sorpreso in strada”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Marzo 2020 9:47 | Ultimo aggiornamento: 17 Marzo 2020 9:47
Coronavirus, due poliziotti positivi a Milano. Il sindacato: "Tamponi a chi sorpreso in strada"

Coronavirus, due poliziotti positivi a Milano. Il sindacato: “Tamponi a chi sorpreso in strada” (foto ANSA)

MILANO – Crescono i casi di contagio da coronavirus tra i poliziotti di Milano anche se di tamponi ufficiali ne sono stati eseguiti solo due: entrambi risultati positivi. Il sindacato Fsp ha inviato una lettera al governatore Fontana affinché metta in atto lo stesso provvedimento annunciato dal governatore Zaia in Veneto, ovvero tamponi per chiunque venga sorpreso in strada.

I due agenti sottoposti ai tamponi sono un agente in servizio alla Digos che, dopo un passaggio in ospedale è stato giudicato non grave e ora sta trascorrendo la quarantena a casa. L’altro, più grave, è un collega di circa 50 anni che attualmente è intubato ma stabile.

“Abbiamo letto, con grande piacere, che il governatore del Veneto ha annunciato la campagna “Tamponi on The Road”, per controllare le persone anche per strada, fuori dai supermercati, e il personale stesso dei supermercati” si legge nel comunicato inoltrato anche all’assessore al Welfare Gallera e al questore Bracco.

“Le chiediamo di considerare tale possibilità anche per la regione Lombardia perché, a nostro avviso, più positivi troviamo, più ne isoliamo e meno diffusione avremo. I cittadini, possono scegliere di rimanere a casa, i poliziotti hanno l’obbligo di esserci sempre”.

La richiesta parte da un dato allarmante. “Considerati i casi che si stanno registrando fra i lavoratori che più di ogni altro sono a rischio contagio, le chiediamo di estendere tale iniziativa anche alla nostra regione e inserire nella lista delle priorità, anche le Forze dell’Ordine che lavorano unitamente a tutti quei lavoratori che risultano essere in prima linea” conclude la nota. (fonte FSP)