Coronavirus: “Aspetto mia moglie in farmacia”. Poliziotti scoprono che non è sposato

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 Aprile 2020 17:47 | Ultimo aggiornamento: 11 Aprile 2020 17:47
polizia controllo

Coronavirus. Fermato in strada, si giustifica così: “Aspetto mia moglie in farmacia”. Poliziotti scoprono che non è sposato (foto Ansa)

VIAREGGIO (LUCCA) – Durante un controllo ha dichiarato di essere in attesa della moglie che si era recata in farmacia ma, a seguito di accertamenti, è emerso che l’uomo non era coniugato: per questo un residente a Camaiore (Lucca), è stato sanzionato dai poliziotti del commissariato di Viareggio (Lucca).

Giovedì e venerdì, fanno sapere gli investigatori, sono state controllate oltre 100 persone e sanzionate 25 persone trovate lontano dalla propria abitazione senza giustificati motivi e adducendo le motivazioni più fantasiose: a spasso con il cane in pineta, in tre a bordo della medesima autovettura o in due a bordo del medesimo scooter “solo per fare un giro”, acquisto di beni non di prima necessità, corsetta molto lontano da casa.

Coronavirus, Regione Abruzzo: “Da sanzioni soldi una tantum a sanitari”

La regione Abruzzo ha intanto deciso di assegnare tutte le sanzioni pecuniarie anti-Covid al Dipartimento salute per costituire un fondo per incrementare il compenso degli operatori sanitari direttamente coinvolti nell’azione di contrasto al coronavirus attraverso l’erogazione di una somma “una tantum” in aggiunta alle loro regolari retribuzioni, comprensive di straordinari.

Lo ha annunciato l’assessore regionale al Bilancio, Guido Quintino Liris, rendendo noto il contenuto di alcune delibere approvate dalla Giunta per fronteggiare l’emergenza sanitaria. “Si tratta di uno sforzo importante per le casse della nostra Regione – spiega Liris – ma necessario per integrare, o compensare le eventuali lacune delle disposizioni normative nazionali vigenti” (fonte: Ansa).