Coronavirus, tre focolai in Italia: Puglia, Sicilia e Trento. 58 i positivi

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 Settembre 2020 20:53 | Ultimo aggiornamento: 3 Settembre 2020 8:24
Coronavirus, tre focolai in Italia: Puglia, Sicilia e Trento. 58 i positivi

Coronavirus, tre focolai in Italia: Puglia, Sicilia e Trento. 58 i positivi

Nuovi focolai Covid in Italia. I numeri potrebbero crescere in seguito alle indagini epidemiologiche in corso.

Sono tre i focolai di coronavirus registrati nelle ultime ore in Italia. A Trento ci sono 24 casi positivi: sono dipendenti di una cooperativa di servizi impiegati anche nello stabilimento della Furlani Carni.

Tutti sotto i 50 anni, la maggioranza asintomatici e 5 caratterizzati dalla presenza di sintomi evidenti. Sono in corso ulteriori indagini epidemiologiche e sono stati effettuati un centinaio di tamponi nella cerchia più ristretta di conoscenti e parenti.

I positivi sono stati scoperti dopo che un tampone eseguito nel fine settimana su due persone con sintomi ne ha accertato la positività. Il successivo approfondimento ha consentito di individuare altri contagi nel luogo di lavoro.

Focolaio coronavirus Sicilia

Un altro focolaio è stato riscontrato in Sicilia, dove 14 giovani, sei di Taormina e otto di Giardini Naxos, sono risultati positivi al Coronavirus.

Il sindaco di Taormina, Mario Bolognari, ha spiegato che i ragazzi “sono stati a contatto tra loro durante delle feste private”.

Di qui l’invito ai giovani perché “scarichino l’applicazione Immuni spesso sottovalutata, ma che ci permette di sapere se le persone con cui siamo entrati in contatto hanno qualcosa, evitando così di fare centinaia di tamponi e di avere ricostruzioni immediate e valide degli spostamenti di queste persone”.

Puglia, focolaio in Rsa

Il terzo focolaio si registra nella Rsa Villa Genusia di Ginosa Marina (Taranto), con 12 dipendenti e 8 pazienti risultati positivi al tampone dopo un primo caso accertato all’interno della struttura.

Tutti sarebbero asintomatici o accuserebbero lievi sintomi. In parte saranno trasferiti all’Hospice di Mottola.

Nei giorni scorsi una paziente di 80 anni era stato condotta all’ospedale Moscati per accertamenti e si era scoperto dal tampone eseguito per prassi che risultava positiva al Coronavirus.

La donna è attualmente ricoverata nel Reparto Malattie infettive con lievi sintomi. In seguito, il Dipartimento di prevenzione dell’Asl ionica ha provveduto ad effettuare tamponi agli altri pazienti e ai dipendenti della Rsa, circa 120 persone.

L’esito della prima tranche dei test ha fatto emergere i 20 casi positivi, ma si attendono i risultati di un altro centinaio di tamponi.

In Rsa Genova festa per anziana 108enne guarita

Sempre da una Rsa , la Valpolcevera di Genova, arriva invece una bella notizia: la festa di compleanno della signora Amelia, anche se celebrata con due mesi di ritardo.

L’anziana, che ha compiuto 108 anni il 30 giugno scorso e risiede nella struttura da quando ha superato il secolo, si era ammalata di Covid.

Dopo diversi tamponi che continuavano a segnalare una lieve infezione è però completamente guarita. Laureata in Medicina, ostetrica e ginecologa, ha fatto nascere oltre 4.000 bambini.

Lei stessa ha avuto cinque figli, rimpiangendo solo il fatto di essere loro sopravvissuta, ha raccontato oggi il Giornale.

Ama il ballo e finché ha potuto è andata nella sua casa di Chianciano dove incontrava spesso le sue amiche più care, tra cui le allora giovanissime Orietta Berti e Gigliola Cinquetti. Il suo segreto? La cura di sé, la dieta mediterranea e la semplicità. (Fonte: Ansa).