Coronavirus, furto di mascherine all’ospedale Amedeo di Savoia di Torino: “Stanno per finire”

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 Marzo 2020 20:34 | Ultimo aggiornamento: 5 Marzo 2020 20:34
Coronavirus, furto di mascherine all'ospedale Amedeo di Savoia di Torino: "Stanno per finire"

Coronavirus, furto di mascherine all’ospedale Amedeo di Savoia di Torino: “Stanno per finire” (Foto Ansa)

TORINO  –  L’ospedale Amedeo di Savoia denuncia: “Ci hanno rubato le mascherine chirurgiche”. In tempi di coronavirus e psicosi le mascherine sono ormai merce rara e di furti, anche negli ospedali, ce ne sono stati già diversi, da Nord a Sud. Proprio a Torino in questi giorni sono state denunciate quattro persone per aver venduto mascherine dal costo iniziale di 50 centesimi a 20 euro. 

All’Amedeo di Savoia, dove sono presenti sei pazienti affetti da coronavirus, le scorte di mascherine a disposizione del personale sanitario stanno per finire. “Ne restano una trentina, basteranno per tre giorni. E Poi? Questo è un problema grave, mondiale ed europeo. Stiamo cercando di reperirle nelle Asl”, ha domandato alla Stampa l’infettivologa Monica Chiriotto. 

All’Amedeo di Savoia sono stati i primi a Torino a dover affrontare l’epidemia da coronavirus. “Stiamo partendo adesso, fino ad ora ci siamo preparati all’emergenza”, ha spiegato il primario, Guido Calleri. “Prevediamo un aumento di casi, per noi comunque non cambia nulla se ne abbiamo 6 o 12. I problemi principali saranno la maggiore pressione sulla Rianimazione e sul Pronto Soccorso. Perché se dobbiamo valutare tutti quelli che si presentano con un raffreddore o un’influenza, diventa un problema isolarli e fargli il tampone”.

Le infettivologhe intervistate da La Stampa sostengono che comunque la situazione è sotto controllo e invitano a non drammatizzare: “Bisogna stare tranquilli. È importante lavarsi le mani, ma non serve essere terrorizzati dai propri simili”. (Fonti: Ansa, La Stampa)