Coronavirus, Galli: “Le mascherine chirurgiche durano un giorno, poi vanno buttate”

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 8 Aprile 2020 10:29 | Ultimo aggiornamento: 8 Aprile 2020 10:29
massimo galli

Coronavirus, Galli: “Le mascherine chirurgiche durano un giorno, poi vanno buttate”

ROMA – “La mascherina chirurgica la puoi portare per un’intera giornata, poi va buttata”. A dirlo è Massimo Galli, responsabile del dipartimento malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano.

Galli, durante il collegamento ad Agorà, il programma di approfondimento mattutino di Rai Tre condotto da Serena Bortone, ha citato un “prototipo di due giovani ricercatrici”, che consiste in “un sistema combinato di ultravioletti ed ozono che sterilizza molte cose, probabilmente anche le mascherine. Il punto è quanto possa riuscire a riciclare le mascherine chirurgiche – ha osservato Galli – perchè queste possono essere danneggiate facilmente se le si indossa tutto il giorno”. Quanto alle mascherine Fp2 l’infettivologo ha sottolineato che “non hanno una funzione legata alla popolazione generale ma servono agli operatori sanitari”.

A proposito della situazione di emergenza in Lombardia, Galli ha detto: “Che i medici di Alzano o di Codogno finiscano per fare i capri espiatori di questa vicenda, questo lo trovo veramente indegno e inaccettabile”. Galli ha però prosguito spiegando che “c’è stato un clamoroso fallimento, e di questo ne dovremo prendere atto per il futuro, della medicina territoriale, ammettiamolo e riconosciamo questo aspetto”.

Infine un accenno alla riapertura delle scuole: “Le scuole è più prudente che non riaprano proprio, per una serie di ottimi motivi. La cosa, tra l’altro, che mi domando è quale senso avrebbe riaprirle per pochi giorni di maggio”(fonte: Ansa, Agi).