Coronavirus in Italia, bollettino 1 febbraio: 133.142 casi e 349 morti. -35 malati in intensiva, tasso al 10,1%

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 1 Febbraio 2022 - 18:24| Aggiornato il 2 Febbraio 2022
covid foto ansa

Coronavirus in Italia, bollettino 1 febbraio: 133.142 casi e 349 morti. -35 malati in intensiva, tasso al 10,1% (foto Ansa)

Sono 133.142 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 57.715,  dato decisamente basso anche perché riferito al weekend. Le vittime sono ancora tantissime: 427 contro le 349 di ieri.

Dall’inizio della pandemia sono 11.116.422 gli italiani contagiati dal Covid. Gli attualmente positivi sono 2.476.514, in calo di 116.092 nelle ultime 24 ore mentre i morti sono 146.925. I dimessi e i guariti sono invece 8.492.983 con un incremento di 248.971 rispetto a ieri.

Calano i malati in terapia intensiva: tasso al 10,1%

Sono 1.246.987 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 478.314. Il tasso di positività è al 10,1%, in calo rispetto al 12% di ieri. Sono invece 1.549 le terapie intensive, 35 in meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 107. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 19.873, ovvero 40 in meno rispetto a ieri.

Pfizer deposita richiesta alla Fda per vaccino dai 6 mesi ai 5 anni

La Pfizer potrebbe depositare oggi la richiesta alla Food and drug administration per una autorizzazione di emergenza alla formulazione del suo vaccino contro il covid-19 per i bambini dai 6 mesi ai 5 anni. Lo riportano i media Usa. Si tratterebbe del primo vaccino approvato negli Stati Uniti per questa fascia di età. L’immunizzazione – con dosi pari ad un decimo di quelle usate per gli adulti – è stata sperimentata in un trial condotto dall’azienda stessa: il regime per i bambini piccoli consisterebbe in due dosi. La Pfizer continuerà intanto a studiare l’efficacia di tre dosi dello stesso vaccino.