Coronavirus, ipotesi quarantena alla Cecchignola per gli italiani rimpatriati da Wuhan

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Gennaio 2020 21:55 | Ultimo aggiornamento: 30 Gennaio 2020 21:55
Coronavirus, ipotesi quarantena alla Cecchignola per gli italiani rimpatriati da Wuhan

Coronavirus, ipotesi quarantena alla Cecchignola per gli italiani rimpatriati da Wuhan (foto ANSA)

ROMA – Gli italiani che nelle prossime ore saranno rimpatriati dalla città di Wuhan, in Cina, potrebbero essere ospitati per il periodo di quarantena di due settimane alla città militare della Cecchignola, zona sud di Roma.

La città militare, secondo quanto riportato da Adnkronos, per le sue caratteristiche potrebbe essere la soluzione più adatta per organizzare il soggiorno di due settimane dei connazionali in arrivo da Wuhan, la città che è diventata l’epicentro dell’emergenza Coronavirus. La Cecchignola offre centinaia di posti letto ed è abbastanza ampia da garantire il necessario isolamento per le persone a rischio.

Sono 60 gli italiani rimasti bloccati nella città-focolaio dell’infezione che sta tenendo in apprensione tutto il mondo. Al loro rientro trascorreranno 14 giorni di ‘sorveglianza’ sanitaria e l’ipotesi di utilizzare una struttura militare era già stata ventilata nei giorni scorsi.

Il volo, organizzato dall’Unità di crisi della Farnesina, decollerà nelle prossime 72 ore, una volta acquisite tutte le autorizzazioni da Pechino. L’aereo avrà a bordo personale medico specializzato e all’arrivo in patria tutti i passeggeri seguiranno un protocollo sanitario definito dal ministero della Salute. (fonte ADNKRONOS)