Coronavirus, ISS: 74 zone rosse in Italia, -42 rispetto a una settimana fa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Aprile 2020 12:41 | Ultimo aggiornamento: 30 Aprile 2020 12:41
Brusaferro, Ansa

Coronavirus, ISS: 74 zone rosse in Italia, -42 rispetto a una settimana fa (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Sono 74 (sparse in 7 Regioni) le zone rosse ancora attive in Italia: 42 in meno di una settimana fa.

Lo ha detto il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro durante la conferenza stampa sull’andamento epidemiologico dell’epidemia.

La curva, dice Brusaferro, continua a decrescere sia come casi che per numero di sintomatici.

Tasso di contagiosità.

Il tasso di contagiosità del nuovo coronavirus Rt è sotto 1 in tutte le regioni: “La curva dell’epidemia di Covid-19 continua sostanzialmente a decrescere nel numero di sintomatici e dei casi in tutte le regioni”.

Chi è morto aveva più malattie.

L’84% di chi è morto aveva più malattie, due o tre. i decessi totali sono oltre 25mila.

Coronavirus e migranti.

La curva dell’epidemia di Covid-19 è analoga negli italiani e negli individui di nazionalità straniera.

In Italia, spiega il presidente dell’ISS, ci sono 6395 casi di covid in Italia tra immigrati ma i casi sono partiti con uno sfalzamento di 2-3 settimane.

Il documento elaborato dall’Istituto Superiore di Sanità con la Fondazione Bruno Kessler.

La logica del documento epidemiologico elaborato dall’Istituto Superiore di Sanità con la Fondazione Bruno Kessler è riaprire il Paese cercando di capire quale variabile ha più peso nella diffusione del virus.

“E’ uno studio nazionale che dovrà essere modulato sui dati regionali ed è focalizzato alla riapertura e i modelli dovranno essere aggiornati periodicamente e tarati sulle realtà regionali”. (Fonte: Ansa).